il_chiururgo tecnologia_laser indicazioni invecchiamento domande_risposte galleria_fotografica sedi_operative prodotti contatti


TECNOLOGIA LASER: FUNZIONAMENTO E TIPOLOGIE
(pag.2)

I Laser utilizzati nel campo del ringiovanimento facciale, si distinguono in ablativi e non-ablativi:
I primi (ablativi) presuppongono una desquamazione degli strati più superficiali dell' epidermide o più correttamente una ablazione, mentre i secondi (non-ablativi) agiscono con fenomeni di vasodilatazione e modificazione del collagene scatenati dal calore, senza scarificazione cutanea.
Le lunghezze d'onda superiori ai 900 nanometri, sono quelle possedute dai Laser ablativi. A queste lunghezze infatti, inizia la curva di assorbimento del cromoforo acqua, contenuta a livello intra ed extra cellulare.

I Laser ablativi più comunemente utilizzati nel ringiovanimento cutaneo del volto, sono l' Erb : Yag ed il Co2 singoli o combinati
Il meccanismo d'azione uguale per entrambi, consiste nel rapido riscaldamento dell'acqua, con una vaporizzazione del suo contenuto con essicamento e caduta della cellula.

Il Laser Erb : Yag ha una lunghezza d' onda di 2940 nmetri, con un coefficiente di assorbimento dell' acqua tredici volte superiore al Laser CO2, con una elevata specificità d' azione che porta ad una rapida vaporizzazione, senza irradiarsi nella cute circostante e quindi con un minimo danno termico, valutabile in 5 micron di profondità.
Il distacco della cellula conseguente all' essicamento viene chiamato ablazione, questo spiega il perchè della sua classificazione nella categoria dei Laser ablativi.
Tuttavia il Laser Erb : Yag, va considerato uno strumento di pura ablazione senza alcuna capacità emostatica.
Ecco perchè l' utilizzo di un Laser Erb : Yag, combinato con un Co2 a bassa potenza, permette di ottenere una efficace coagulazione dei vasi linfatici e sanguigni, con riduzione del sanguinamento e dell' edema.

Il Laser Co2, avendo una maggior capacità di approfondimento, che può arrivare fino a 40 micron, interessando l'apice delle papille dermiche, scatena un processo infiammatorio più accentuato, permettendo una migliore efficacia nel trattamento delle rughe più profonde.

<---- precedente------segue ---->