il_chiururgo tecnologia_laser indicazioni invecchiamento domande_risposte galleria_fotografica sedi_operative prodotti contatti


GLOSSARIO
(pag.1)

:: AGING: Termine americano contrattura dell’ inglese ageing, definisce tutto ciò che ruota attorno all’ invecchiamento. Gli studi dell’ anti - aging si basano su un approccio multidisciplinare con valutazioni dietologiche, comportamentali, psicologiche, associate a quelle diagnostiche quali esami del sangue ed altro per permettere l’ inquadramento del giusto rapporto tra età cronologica ed età biologica ai fini di un corretto invecchiamento, fenomeno che non si può ovviamente fermare, ma sicuramente rallentare.

:: ENDOFARMACOLOGIA: Si avvale sul concetto di somministrare al corpo umano non direttamente l’ elemento mancante come nel caso ad esempio dell’ ormone somatotropo o GH (Growth Hormone) ovvero l’ ormone della crescita, il cui valore comincia a decrescere dopo i trent’anni, ma i suoi precursori attraverso i quali si stimola l’ organismo a favorire la sintesi endogena del prodotto deficitario.

:: FITOTERAPICI: Sono preparazioni eterogenee derivate da parti di piante officinali. Contengono principi attivi che in alcuni casi sono soggetti alla difficoltà di estrazione, a variazioni stagionali naturali del prodotto e variabilità delle tecniche agronomiche.
Ad esempio gli isoflavoni contenuti nel trifoglio rosso pratense sono considerati potenti sostanze estrogeniche, rappresentando una interessante alternativa alla tradizionale terapia ormonale nella donna in menopausa.

:: FOTOINVECCHIAMENTO: conseguente alla esposizione solare. L'epidermide subisce delle trasformazioni che si manifestano soprattutto a livello delle fibre collagene, che possono ispessirsi a seguito della diminuzione degli spazi fra le fibrille per una carenza di acido ialuronico, come vediamo nell'invecchiamento tipico, oppure assottigliarsi con atipie cellulari e degenerazione delle fibre elastiche come si verifica appunto nel fotoinvecchiamento, con la comparsa di locali fenomeni infiammatori responsabili di teleangectasie e cioè di piccole proliferazioni vascolari e disturbi della pigmentazione, oltre che causare rughe generalmente più profonde di quelle dell'invecchiamento fisiologico.

segue ---->